Grecia seconda guerra mondiale

Storia militare d'Italia durante la seconda guerra mondiale

grecia seconda guerra mondiale

Hitler attacca la Grecia

2017    dalila di lazzaro oggi   the sun newspaper page 3   frasi sulla strada della vita

Voce principale: Storia dell'Italia fascista. Voce principale: Seconda guerra mondiale. La storia militare d'Italia durante la seconda guerra mondiale , ricca di episodi controversi, fu caratterizzata soprattutto da numerose sconfitte e dal crollo nel settembre dell'apparato politico-militare dello Stato in conseguenza dell'improvvisazione con cui il paese venne coinvolto nella guerra, dell'imperizia delle gerarchie politiche e militari, e della debolezza della struttura economica e sociale. Le ambizioni imperiali del regime fascista , che mirava a far rivivere i fasti dell'"Impero Romano" nel Mediterraneo Mare Nostrum , crollarono ben presto per l'impreparazione dimostrata dalle regie forze armate e per la cattiva pianificazione politica e militare del conflitto che portarono alle ripetute sconfitte in Grecia, in Africa, in Russia e nei Balcani. Nell'Italia settentrionale e centrale le forze della Resistenza , formate inizialmente da qualche decina di migliaio di partigiani, poi, con l'andare sfavorevole della guerra per l'Asse, quasi alla fine di quest'ultima, da circa Alle ore 4. Alla dichiarazione di guerra Parigi e Londra non fecero seguire alcuna azione concreta che alleggerisse subito la pressione delle forze armate tedesche su Varsavia : le divisioni francesi schierate lungo la linea Maginot neppure tentarono di attaccare le 23 divisioni tedesche rimaste a difendere il confine occidentale della Germania, consentendo ai tedeschi di concentrare il grosso delle proprie forze sul fronte orientale.

Nel corso del conflitto venne impiegata in operazioni difficili, diede in ogni occasione prova del proprio valore, subendo un gran numero di perdite. Ho sentito raccontare vicende del fronte greco albanese sin da bambina. Mio zio Ottavio, classe , parti da Acqui Terme reclutato per la Campagna di Russia, poi, altri ordini lo destinarono in Grecia Albania. Grazie per questi ricordi, aiutano a non dimenticare. Anna Garbarino. Nell'aprile la "Julia" fu impiegata nell'occupazione dell'Albania, dove rimase, al termine dell'operazione, per presidiare la zona settentrionale provincia di Scutari.

La Germania, violando il Trattato di Monaco, occupa le regioni di confine della Boemia e della Moravia, unendole in un Protettorato. Il governo Polacco fugge in esilio, attraverso la Romania. Nella Francia meridionale viene istituito lo stato collaborazionista di Vichy dal nome della sua capitale. La perdita della Transilvania Settentrionale obbliga Re Carol di Romania ad abdicare in favore del figlio Michael e porta al potere il dittatore Generale Ion Antonescu. La Germania e la Bulgaria invadono la Grecia, in appoggio alle truppe italiane. Immediatamente riconosciuto da Germania e Italia, il nuovo stato include la provincia di Bosnia-Erzegovina. Nella parte meridionale, truppe tedesche e romene conquistano Kiev Kyiv in settembre e Rostov, sul fiume Don, nel novembre successivo.

I partigiani avevano fatto fuoco dalla collinetta, quando il convoglio aveva rallentato in curva, a un chilometro dal villaggio di Domenikon. Erano morti nove soldati italiani. Dunque i greci andavano puniti: non i partigiani, i civili. Domenikon andava distrutta. Per dare a tutti "una salutare lezione", come scrisse poi il generale Cesare Benelli, che comandava la divisione Pinerolo. A Elassona avevano fidanzate ufficiali. Erano dei dongiovanni", racconta un contadino davanti alla cinepresa.

.

.



Operazione Marita

.

4 thoughts on “Grecia seconda guerra mondiale

  1. Operazione Marita fu il nome in codice del piano di invasione tedesco della Grecia durante la seconda guerra mondiale.

  2. Operazione Marita fu il nome in codice del piano di invasione tedesco della Grecia durante la seconda guerra mondiale. Essa fu pianificata con lo scopo di.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *